Una capatina in fiera: Host

NUOVE ATTREZZATURE DEDICATE ALLA RISTORAZIONE.

Ieri ho fatto una capatina alla Fiera di Rho dove si è tenuta la 40esima esibizione di: Host: Equipment, Coffe and Food.

Parlo di una “capatina”, in quanto ho prediletto esclusivamente la parte shopfitting (arredamento negozi, per i non addetti ai lavori). Una prima impressione al volo: mi è sembrato di essere stata catapultata su “pianeta sedia”: sedute, poltrone, poltroncine, divanetti, sdraio, panchette; in legno, in ferro, in cartone, in poliuterano; per interno, per esterno, per l’aia..davvero di qualsiasi tipo! Tralasciando questa prima impressione sapevo bene che lì avrei trovato lei:

Si chiama: Grow Unit, (“Unità di Crescita”, lo so fa un po’ Matrix ed un po’ incubatrice), prodotta da Cefla in collaborazione con C-Led. Non si tratta di una semplice vetrina, come potrebbe sembrare: all’interno ci sono delle piantine che crescono in 5 giorni. Ovviamente non sono piante qualunque, ma “microgreen”, cioè giovani piante edibili che vengono raccolte prima del loro completo sviluppo o alla comparsa delle prime foglie; dei micro vegetali insomma: “micro, ma dal gusto intenso”, pronti a valorizzare i piatti di cucine stellate e non.
La vetrina è concepita per essere esposta in sala, ha linee pulite anche se un po’ rigorose, ed i led all’interno se da una parte contribuiscono a far crescere le piantine, dall’altra ne esaltano i colori e la freschezza.

Un secondo prodotto che ho trovato interessante, sempre in ambito ristorazione,è stata una “divertente” rivisitazione delle classiche vetrine refrigerate per gelati. Anche questa ha un suo nome: INSU’- gelato, prodotta dalla Lenari Italia e pensata (anche lei) per essere esposta in sala.

 

Ho trovato originale il suo design futuristico, forse un tantinello troppo cubico per i miei gusti, ma se si pensa che il pannello frontale può essere personalizzabile e che può anche essere inserita all’interno di una finta quinta, il tutto diventa molto accattivante. Tecnicamente ha il pregio che il gelato rimane morbido per più e più giorni, senza che il prodotto venga preparato quotidianamente. Il sistema di refrigerazione è statico con evaporazione automatica della condensa. Pensata in 4 versioni da 8 a 12 vaschette, questo sistema consente di ampliare la gamma dei gusti in quei locali che ora limitano la scelta a due o tre proprio per evitare lo spreco dovuto all’indurimento del prodotto. Personalmente ho assaggiato una pallina di gelato preparata il venerdì, e ieri (martedì) era ancora freschissima, come appena fatta.

Infine, la mia menzione speciale va allo Stable Table:

supporto per tavolini, figlio di un brevetto svedese che ha la meravigliosa caratteristica di essere adattabile ed “auto aggiustante” rispetto a qualsivoglia tipo di superficie irregolare compensando dislivelli fino a 20/25mm. Quindi mai più tavolini traballanti: i nostri calici di vino sono salvi, a questo punto speriamo che presto arrivino anche le sedie!

 



Leave a reply